La scelta del partner

La scelta del partner è sempre influenzata da diversi fattori e bisogni personali che possiamo definire fisiologici e sociali.

Per bisogni fisiologici si intendono il desiderio sessuale a scopo riproduttivo e il desiderio di attaccamento-accudimento legati alla ricerca di sicurezza, mentre il fattore sociale può influire sulle scelte della coppia, per esempio sulla necessità di sposarsi e di costruire una famiglia o nella sfera sessuale.

Quel che è certo è che, implicitamente e inconsapevolmente, le caratteristiche dell’altro/a avranno sempre a che fare con la nostra famiglia d’origine. Questo succede perché il presupposto di ogni rapporto è la fiducia, quella stessa fiducia esistente nel rapporto con i nostri genitori.

Ma da cos’è determinata allora la nostra scelta d’amore?

Qualsiasi sia il tipo di legame al quale aspiriamo, compresi i casi in cui non si sia alla ricerca di un partner col quale condividere la propria vita, saranno sempre presenti in noi delle aspettative dall’altro/a dovute dal sistema di credenze e abitudini sviluppatesi nel nucleo famigliare d’origine.

Secondo la psicologia sistemico relazionale, che corrisponde al mio approccio di lavoro, la scelta del partner parte infatti dal mandato famigliare: un insieme di richieste implicite che influenzeranno il nostro percorso e che potranno mutare e essere più o meno presenti in relazione alle diverse fasi della nostra vita e al contesto in cui viviamo.

La scelta del partner, inoltre, dipende spesso dalla somiglianza o differenza con il genitore del sesso opposto.

Quando abbiamo più possibilità di fare scelte che portano a vivere una relazione non appagante?

Se il distacco dalla famiglia d’origine è stato problematico e abbiamo vissuto delle particolari condizioni famigliari che ci hanno fatto soffrire, la probabilità di vivere rapporti insoddisfacenti è sicuramente più elevata.

Quando per esempio vi è un rapporto molto stretto e dipendente dalla famiglia, spesso si è portati a ripetere gli stessi schemi e a ricercare le stesse caratteristiche, col rischio di accantonare troppo i propri bisogni personali di cui sopra, e rischiando così di vivere una relazione deludente.

Quando invece la reazione è opposta e quindi ci si comporta in modo diverso da come siamo stati abituati, innescando un meccanismo di ribellione nei confronti della propria famiglia, ugualmente si rischierà di incappare nell’insoddisfazione rispetto ai propri reali bisogni, in quanto non abbiamo scelto in modo lucido ma in risposta ad una determinata situazione.

Ma un rapporto sano e gratificante, perché sia tale, non dovrebbe essere condizionato da idealizzazioni e modelli preesistenti, si dovrebbe basare invece sulla conoscenza e piena accettazione dell’altro/a. Questo è possibile se comprendiamo il grande vantaggio di poter scrivere una storia partendo da zero.

Se questo non accadrà si partirà sempre da una storia che in parte è già stata scritta, aspettandoci dal partner che sia in un certo modo per colpa dell’idea che ci siamo già fatti su come dev’essere.

Come far durare l’ “innamoramento”?

Aspetto molto importante nella storia di una coppia sarà poi la capacità di rinegoziare il tipo di legame ogni qualvolta ci sia il bisogno di farlo, per superare le normali crisi che fanno parte dell’evoluzione all’interno della relazione e far ripartire così l’ “innamoramento”.

Mi capita spesso di trattare questo tipo di problematiche, purtroppo però sono molti i casi in cui si decide di andare in terapia quando la crisi ha già fatto il suo corso e non si è intervenuti prima a rimodellare il rapporto in base alle continue nuove esigenze della coppia. Il mio consiglio è quello di non aspettare e di cercare di prendere in mano la situazione per poter trovare più facilmente una soluzione al problema, grazie alla psicoterapia di coppia.

Leggi di più nella mia sezione Articoli & Corsi.

Comments are closed.

Desideri ricevere maggiori informazioni?

 

Nome

Email

telefono (opzionale)

Messaggio

 

I tuoi dati personali saranno utilizzati per elaborare la tua richiesta, supportare la tua esperienza su questo sito e per altri scopi descritti nella nostra informativa sulla privacy secondo il GDPR 2016/679.