Composizione VIII – Vasilij Kandinskij – 1923 – olio su tela – Museo Guggenheim, New York

La triangolazione

Dalla sola parola si può chiaramente intuire che il numero di elementi che entrano in gioco in una configurazione di questo tipo è il tre. Nello specifico, tre sono i soggetti che solitamente compongono questo triangolo.

Se prendiamo in considerazione una coppia genitoriale, ad esempio, il figlio o la figlia potrebbe essere il soggetto triangolato.

Ma entriamo nel vivo dell’argomento.

 

Cosa implica la triangolazione?

Vi parlo di triangolazione in quanto, seguendo coppie in crisi o soggetti che mi riportano difficoltà col partner, mi capita spesso di individuare una terza persona implicata nelle dinamiche della relazione tra i due. Quando questa terza persona è un figlio o una figlia della coppia si parla allora di triangolazione generazionale.

Il caso più comune è quello appena descritto, anche se il concetto di triangolazione si può trovare facilmente in altri gruppi relazionali come quello amicale, il gruppo di colleghi o nei rapporti tra fratelli o sorelle.

Ma perché si verifica l’intervento di una terza persona nel rapporto a due?

Il verificarsi di un’alleanza tra il terzo e uno dei soggetti della diade può essere necessario per risolvere una situazione di stress o di crisi e l’accoglimento della richiesta di aiuto può risultare un fatto positivo.

Quando, però, questo porta più danni che benefici (il più delle volte al soggetto triangolato) è evidente che la triangolazione che si è venuta a formare ha bisogno di essere normalizzata.

Nei casi in cui l’alleanza sottende ad una sorta di esclusione del terzo membro, che può identificarsi con l’allontanamento del padre o della madre o con una relazione disfunzionale tra il/la figli* e uno dei due genitori, la triangolazione diventa molto tossica.

 

Quando la triangolazione diventa tossica?

Vediamo i casi più frequenti di triangolazione con aspetti disfunzionali in cui il conflitto, esplicito o implicito all’interno della diade, porta inevitabilmente a delle conseguenze negative per tutti e tre i membri:

  1. I due genitori in conflitto cercano entrambi un’alleanza con il/la figli* che diverrà oggetto di entrambi;
  2. Il conflitto genitoriale è esplicito e avviene una coalizione tra uno dei genitori e il/la figli* che continuerà in maniera stabile, portando ad una graduale esclusione familiare dell’altro genitore;
  3. I genitori tengono nascosti i loro problemi coniugali e, per non affrontare le loro problematiche, spostano l’attenzione sul-la figli*: iniziano a controllarl* addossandogli/le le colpe per un comportamento sbagliato;
  4. La coppia genitoriale non palesa il conflitto ma indirizza ed esaspera le loro attenzioni sul-la figli*, che inizieranno a trattare come se fosse problematic*.

Il ruolo di mediazione ricoperto dal-la bambin*, nel tentare di risolvere i problemi della coppia genitoriale, lo/la porta immancabilmente ad essere prosciugat* delle risorse che invece dovrebbe impiegare per una sua sana crescita psico-emotiva.

La posizione del-la bambin* all’interno del triangolo andrà ad agire sulla costruzione della sua identità e potrà condurre allo sviluppo di disturbi psicologici abbastanza forti.

 

Quali le principali conseguenze della triangolazione generazionale?

All’interno del sistema familiare i membri coinvolti, intrappolati in un rapporto disfunzionale, rischiano di sviluppare una bassa differenziazione del sé e una simbiosi troppo accentuata, se non arrivare a patologie più gravi come la schizofrenia.

Potrebbero manifestarsi infatti diversi livelli di dipendenza emotiva, riducendo il soggetto dipendente ad un progressivo annullamento della sua persona.

In questo modello si sono evidenziate poi diverse situazioni di isolamento, di rigidità emotiva e di eccessivo conformismo, oltre che a patologie fisiche.

Non da ultimo, i bisogni che sono rimasti insoddisfatti a causa di un’invadenza degli spazi nel soggetto triangolato, potrebbero riproporsi in un’eventuale partner in età adulta e andare ad intaccare così la nuova relazione, in un continuo perpetuarsi di problematiche irrisolte di generazione in generazione.

 

Leggi di più nella mia sezione Articoli & Corsi

 

Comments are closed.

    Desideri ricevere maggiori informazioni?

     

    Nome

    Email

    telefono (opzionale)

    Messaggio

     

    I tuoi dati personali saranno utilizzati per elaborare la tua richiesta, supportare la tua esperienza su questo sito e per altri scopi descritti nella nostra informativa sulla privacy secondo il GDPR 2016/679.