Le difficoltà di coppia e la psicoterapia sistemico relazionale

Partendo dal concetto di sistema relazionale in cui sono coinvolte le persone e i rapporti tra di esse, anche il sistema coppia può chiaramente essere accolto dalla psicoterapia sistemico relazionale attraverso la psicoterapia di coppia. Le difficoltà all’interno della coppia possono essere così affrontate e risolte con l’aiuto di uno psicoterapeuta che metta al centro il nucleo di appartenenza in oggetto, in questo caso la coppia e le relazioni ad essa collegate.

Come si fa a capire quando avere bisogno della terapia?

In linea di massima non c’è una risposta standard ma, nel momento in cui si iniziano a vivere delle difficoltà di coppia che il tempo non aiuta ad appianare, si potrebbe sentire la necessità di rivolgersi ad un professionista che possa aiutare la coppia ad individuare le cause della sofferenza per andarle a comprendere nel profondo ed affrontare le diverse problematiche che ne derivano.

Le difficoltà nel rapporto di coppia

Quando la qualità della relazione comincia ad inficiare la vita quotidiana con manifestazioni e sintomi depressivi, ansiogeni, stressogeni, problemi di concentrazione, disturbi di natura sessuale, difficoltà a dormire, questi sono già dei segnali molto chiari che ci comunicano che qualcosa all’interno della coppia non funziona più come dovrebbe. Questi sintomi di disagio sono spesso accompagnati e favoriti da frequenti litigi, che cominciano ad aumentare sempre di più diventando fine a sé stessi, o da una sorta di apatia nei confronti dell’altro/a e nei confronti della relazione che, in egual maniera, ostacolano fortemente il benessere della coppia.

Quando la coppia va in crisi?

Facendo riferimento al mio articolo sulle scelte in amore e sull’innamoramento, è interessante sapere come sia sempre presente una prima fase di innamoramento tra due persone e, a seguire, una fase di disillusione che fa apparire il partner come veramente è. Se la coppia sarà in grado di evolversi allora riuscirà a conoscere e ad accettare il partner per quello che è altrimenti inizieranno le prime difficoltà. Questo schema si ripeterà ogni qualvolta si verificheranno dei cambiamenti nel rapporto di coppia che, se i partners non riusciranno ad affrontare, metteranno a rischio la coppia stessa. Ma quali sono i cambiamenti che possono portare ad uno squilibrio nella coppia?

  • Gli eventi traumatici che entrambi o uno dei due partner non riescono a superare, come la perdita di una persona cara, una grave malattia o un brutto incidente, delle violenze subite…
  • Il cambiamento individuale di uno dei due partner. Un avanzamento di livello economico e/o sociale, un cambiamento interiore, possono portare l’altro/a ad un disagio nel non riconoscere più il partner e quest’ultimo/a a sentire che il legame non risponde più alle sue nuove esigenze.
  • Il tradimento, non solo sessuale. Si parla di tradimento ogni volta che uno dei due partner viene meno a quelle promesse dette o non dette che costituiscono le fondamenta della coppia, il loro sistema di credenze su cui hanno costruito la relazione. Quando uno dei due tradisce uno di questi concetti che possono riguardare varie sfere, quindi non solo quella del tradimento sessuale, allora la coppia inizia ad entrare in crisi in quanto non si trova più allineata con uno dei suoi patti iniziali.

Cosa fare se solo uno dei due partner avverte il bisogno di farsi aiutare?

Mi capita spesso di incontrare casi in cui solo uno dei due partner abbia l’esigenza di rivolgersi ad una terza persona che possa intervenire per aiutare la coppia. Non sempre la decisione di intraprendere un percorso terapeutico mette d’accordo entrambi, ma è consigliabile affrontare il percorso assieme, in modo da iniziare in maniera “equilibrata” questa importante fase. Il fatto di riconoscere e accettare che uno dei due partner possa trovarsi in difficoltà nello stare serenamente in coppia, è già un buon punto di partenza in quanto l’individuazione di un problema può far scaturire una richiesta d’aiuto. In questa ottica diventa necessario che la coppia decida di affrontare il percorso insieme come forma di aiuto e sostegno nei confronti di chi avverte difficoltà.

Anche un solo colloquio con un terapeuta che possa spiegare ad entrambi come funziona la terapia di coppia, potrebbe essere molto utile. Una maggior consapevolezza e qualche conoscenza in più, possono fornire alla coppia degli elementi essenziali per poter decidere se e come proseguire il percorso terapeutico.

Se uno dei due partner si rifiuta categoricamente di rivolgersi ad uno psicoterapeuta può comunque essere utile, per chi è intenzionato a farsi aiutare, iniziare un percorso individuale per comprendersi meglio e comprendere meglio la relazione. Spesso, infatti, non ci si rende conto di avere delle risposte (comportamentali e non) che inevitabilmente portano ad innescare sempre gli stessi meccanismi, così da non riuscire mai ad uscire dal circolo vizioso che alimenta le incomprensioni di coppia. Un po’ come nell’effetto domino, l’introduzione di un piccolo cambiamento porta a sua volta un ulteriore cambiamento nella relazione che inizierà a produrre risultati positivi.

La terapia può guarire la coppia?

Non c’è mai un percorso terapeutico uguale all’altro perché questo dipende da vari fattori e varianti come ad esempio il momento in cui la coppia decide di aprirsi al dialogo con un esperto. Se infatti ci si trova in una fase avanzata della crisi, il rischio è quello che sia troppo tardi per risolvere i problemi.

Nei casi in cui non sia più possibile tornare ad avere un buon rapporto di coppia, i partner possono anche arrivare alla decisione di separarsi ma, ugualmente, se seguiti dal psicoterapeuta, potranno farlo lasciandosi in buoni rapporti ed evitando così situazioni gravose per sé stessi ed eventuali figli.

Rispondendo alla domanda iniziale quindi, SI, la terapia porterà in ogni caso a dei risultati positivi qualunque sia il futuro relazionale della coppia, in quanto permetterà di conoscere meglio se stessi e di comprendere i propri errori per evitare di ripeterli.

Leggi di più nella mia sezione Articoli & Corsi.

Comments are closed.

    Desideri ricevere maggiori informazioni?

     

    Nome

    Email

    telefono (opzionale)

    Messaggio

     

    I tuoi dati personali saranno utilizzati per elaborare la tua richiesta, supportare la tua esperienza su questo sito e per altri scopi descritti nella nostra informativa sulla privacy secondo il GDPR 2016/679.