“Alienata con la monomania dell’invidia”, Theodore Gericault, 1822-1823, Musèe des Beaux-Arts, Lione.

 

L’incapacità di essere felici per gli altri

Più spesso di quanto si possa pensare la mente umana non riesce a rallegrarsi delle gioie altrui, anche se si tratta di persone care come familiari o amici. Questo atteggiamento alla lunga può portare ad allontanare le persone poiché, effettivamente, una persona che tiene a noi dovrebbe apprezzare e gioire anche per le nostre felicità. Ma per quale motivo può accadere che ci si senta in difficoltà ad essere felici per gli altri, e cosa potrebbe essere utile fare?

Attraverso il riconoscimento e la comprensione dei sentimenti che proviamo dinnanzi al successo di chi abbiamo davanti, potremo finalmente sentirci parte di una condivisione sincera, anche se la fonte di felicità non siamo noi.

 

Perché ci sentiamo così inadeguati?

Dante nella Divina Commedia colloca gli invidiosi nel secondo girone del Purgatorio. Sono ciechi perché gli occhi sono cuciti da un filo di ferro e dalle cuciture escono le lacrime. Il significato che ci viene spiegato è che in vita avevano solo occhi per osservare ciò che possedevano e volevano gli altri, perciò la loro punizione è quella di non guardare più con gli occhi poiché devono iniziare a sforzarsi di farlo con il cuore.

La felicità degli altri”, la commedia film francese del 2020 di Daniel Cohen, è la storia del successo lavorativo di una donna e dell’invidia provata dalla cerchia di amici, addirittura dal marito che, invece di sostenerla e incoraggiarla, è la prima persona a non sorreggere ciò che sta facendo la moglie.

Purtroppo, a volte, non riusciamo ad avere e a dimostrare quell’umanità che ci permette di sentirci vicini all’altra persona e di compartecipare alle sue vittorie. Questo però non deve spaventarci, né tanto meno farci vergognare di noi stessi, ma sarebbe opportuno individuare i nostri sentimenti e capire cosa sta succedendo dentro di noi. Spesso, infatti, quella che avvertiamo è invidia provocata da un senso di frustrazione e questo è da leggere come un segnale che qualcosa nelle nostre vite non va come dovrebbe. In questi casi non dovremmo evitare o fingere a noi stessi di non provare questi sentimenti, anzi, dovremmo iniziare ad accettarli e a comprenderli.

Il provare dei sentimenti negativi davanti ad un traguardo raggiunto da un altr*, è dovuto al fatto che stiamo proiettando noi stessi su ciò che sta accadendo all’altra persona. Ma ciò che è sbagliato non è il nostro sentirci inadeguati, bensì il motivo per cui ci sentiamo in quel modo. Diamo per scontato che il percorso che ha fatto l’altra persona sia uguale al nostro e, di conseguenza, ci sentiamo a disagio per quel risultato raggiunto che noi non siamo riusciti ad ottenere. Siamo ciechi davanti a ciò che ha vissuto l’altr* per arrivare a quell’obiettivo e a quel suo stato di felicità,  ci paragoniamo senza considerare minimamente che un confronto di questo genere non può reggere.

 

Crescere per ampliare la nostra visione

Abbiamo bisogno di maturare una diversa visione delle cose per non alimentare più quel fuoco dell’insoddisfazione accompagnato da rabbia e risentimento.

Quello che dovremmo capire è che siamo esseri unici e le vite degli altri non sono le nostre. I tempi, le modalità e gli eventi stessi delle nostre vite differiscono da qualsiasi altra persona al mondo. Ecco perché quando involontariamente ci viene da compararci agli altri stiamo facendo un grosso errore, oltre che del male a noi stessi. Raggiungere questa consapevolezza ci permette di crescere portandoci ad ampliare i nostri orizzonti. Ci consente di gioire in modo sincero delle soddisfazioni altrui perché finalmente abbiamo imparato a vedere l’altr* in modo oggettivo e a riconoscerlo come essere unico. Ci fa sentire partecipi della sua felicità evitando inutili e dannosi paragoni con noi stessi. Non solo, ma questo piacere che si può provare nel condividere, al contrario di farci soffrire, ci fa sentire più completi e in equilibrio con noi stessi, dunque ci fa stare bene.

 

Leggi di più nella mia sezione Articoli & Corsi

 

Comments are closed.

    Desideri ricevere maggiori informazioni?

     

    Nome

    Email

    telefono (opzionale)

    Messaggio

     

    I tuoi dati personali saranno utilizzati per elaborare la tua richiesta, supportare la tua esperienza su questo sito e per altri scopi descritti nella nostra informativa sulla privacy secondo il GDPR 2016/679.